PERCHÈ NON FINISCO MAI UNA ATTIVITÀ?

Gestione del Tempo: L'Effetto Zeigarnik o Effetto Colibrì

Hai mai provato quella sensazione di frustrazione per non riuscire a terminare mai un’attività o un progetto iniziato?
Se la tua risposta è si, allora sei vittima di quello che è definito effetto colibrì o effetto Zeigarnik.

Come il colibrì è noto per il suo rapido movimento e la sua abilità di concentrarsi sui fiori per brevi periodi, richiamando l’idea di una concentrazione intensa su un compito specifico, nello stesso modo l’effetto Zeigarnik evidenzia la tendenza del cervello a concentrarsi maggiormente sulle attività incomplete, richiamando l’attenzione su ciò che deve ancora essere concluso. 
Sembra strano, ma il nostro ricordo tende a fissarsi maggiormente sui compiti in sospeso, spingendoci ad affrontarli quanto prima, mentre quelli terminati vengono archiviati e facilmente dimenticati.

A scoprire questo meccanismo del cervello è stata la psicologa Bluma Zeigarnik, che nel 1927 osservò questa tendenza quasi per caso in un ristorante viennese. Notò che i camerieri erano capaci di ricordare facilmente gli ordini correnti ma dimenticavano tutto, appena il cliente veniva servito.
Attratta da questa singolare peculiarità, Bluma condusse uno studio che coinvolse persone sottoposte a esercizi logici e matematici, interrotti periodicamente. Scoprì che le persone ricordavano più vividamente i compiti interrotti anziché quelli completati agevolmente.

Questo efffetto colibrì è sfruttato nelle soap opere e nelle serie tv ed è conosciuto come effetto cliffhanger.
Si innesca quando la scena viene sospesa sul più bello e quindi l’utente è stimolato a guardare la nuova puntata ed attenderla con impazienza. L’interruzione volontaria fa si che venga ricordato meglio tutto ciò che è stato trasmesso. Quindi un’azione non conclusa che si fissa nella memoria dell’ascoltatore e che genera curiosità sullo sviluppo della trama. Per l’appunto effettto colibrìeffetto Zeigarnik applicato alla perfezione!

Nella realtà lavorativa, questo meccanismo mentale può avere effetti contrastanti:

  • Da un lato, può motivare ad evitare la procrastinazione e a rimanere concentrati sugli obiettivi.
  • Dall’altro, può generare ansia e insoddisfazione, amplificando il senso di sopraffazione.

Come utilizzare questo meccanismo della mente umana a nostro vantaggio nella gestione del tempo?

Si può sfruttare l’effetto Zeigarnik a proprio vantaggio nella gestione del tempo implementando alcune strategie:

  1. Frammentare le attività: Dividere i compiti in sottocompiti più piccoli. La mente tende a concentrarsi sulle attività incomplete, quindi dividendo un compito in parti più gestibili, si avrà maggiore probabilità di completarlo.

  2. Priorità e ordine: Concentrarsi sulle attività più importanti e urgenti per prima cosa. Quando un’attività è fondamentale, la mente tende a mantenere il suo focus su di essa.

  3. Pianificazione e scadenze: Impostare scadenze realistiche per le attività. La pressione temporale può sfruttare l’effetto Zeigarnik, poiché la mente si concentrerà maggiormente su compiti con un limite temporale imminente. (Principio di Parkinson)

  4. Ricordarsi degli obiettivi: Tenere presenti gli obiettivi finali o il motivo per cui si sta svolgendo una particolare attività può aiutare a mantenere il focus su di essa.

  5. Pause attive: Quando si interrompe un’attività, è consigliabile lasciare delle note o degli appunti per se stessi che ricorderanno esattamente dove si è interrotto quel compito o progetto. Questo renderà più facile riprendere l’attività e mantenerla attiva nella propria mente.

  6. Revisione e riflessione: Esaminare regolarmente gli obiettivi e i progressi fatti può rinfrescare la memoria e riattivare l’effetto Zeigarnik per le attività in sospeso.

  7. Gestione dello stress: Ridurre lo stress e l’ansia associati a un’eccessiva concentrazione sulle attività incomplete può aiutare a mantenere un equilibrio mentale più sano e concentrarsi su ciò che è realmente importante.

Sfruttare l’effetto Zeigarnik in questo modo aiuterà a mantenere la concentrazione sulle attività, a svolgerle in modo più efficace e a gestire meglio il tempo complessivo.

In buona sostanza la migliore strategia per evitare che effetto colibrì o effetto Zeigarnik diventi un alleato anzichè un nemico è quella di terminare sempre ogni compito prima di iniziarne un altro. 
Pertanto la prossima volta che ti sentirai sopraffatto dalla mole di lavoro non concluso, ricorda queste strategie per gestire il delicato equilibrio tra produttività e ansia, ottimizzando così la tua gestione del tempo.

SCEGLI IL TUO CORSO

Scopri il programma didattico di ciascun corso di formazione proposto in basso. Potrai seguirlo in presenza oppure online attraverso la piattaforma Zoom.
Non perderti l’opportunità  di una crescita personale e professionale per te o per la tua Azienda.

corso di formazione 01 - Time Management

Time Management

Tempo: il tuo prezioso alleato!
Massimizza la produttività e riduci lo stress con il mio corso di Time Management.
Scopri come conquistare il controllo del tuo tempo! 

Corsi di Formazione 02

Comunicazione efficace

Parole che brillano!
Scopri il segreto di una Comunicazione Efficace per eccellere in ogni situazione. Migliora le tue relazioni personali e professionali.
Svelato il potere delle parole con il mio corso di formazione.

corso di formazione 15 - memoria e apprendimento

Memoria e Apprendimento

Potenzia la tua mente!
Scopri come migliorare la tua memoria e apprendere in modo rapido ed efficiente con il mio corso di formazione. Raggiungi nuovi livelli di conoscenza!

Corsi di Formazione 05

Social Media Marketing

Impara a realizzare il tuo sito web da zero con WordPress ed Elementor. Scopri i segreti della SEO e indicizza il tuo sito portandolo nella prima pagina di Google e degli altri motori di ricerca.
Iscriviti al mio corso dedicato!

Visualizzazioni: 9